I costi del soccorso preospedaliero

swissinfo news

Swissinfo.ch è il portale d’informazione della Società svizzera di radiotelevisione (SRG SSR). Da oltre dieci anni adempie il mandato d'informazione all'estero conferitole dalla Confederazione. Ha recentemente dedicato le sue attenzioni ai costi del soccorso preospedaliero.

Chi dovrebbe saldare il conto dei costosi trasporti in ambulanza?
un articolo di Geraldine Wong Sak Hoi

“I pazienti in Svizzera pagano di tasca propria gran parte dei trasporti d'urgenza. Gli addetti ai servizi di soccorso chiedono ora dei cambiamenti affinché i loro interventi vengano coperti dall'assicurazione sanitaria di base.
Georges Vittoz ricorda bene quando, negli anni Novanta, una corsa in ambulanza costava al paziente 200 franchi. Oggigiorno, la fattura del trasporto medico può essere molto più salata e gran parte dei costi è da saldare di tasca propria. Alcuni pazienti ricorrono a rate mensili, altri rinunciano completamente al servizio.
Vittoz, ex responsabile dei servizi di urgenza preospedalieri del canton Vaud, fa l'esempio di pazienti con problemi cronici costretti a rimanere in casa e che necessitano periodicamente di trasferte in ospedale. "La prima fattura è coperta per metà dall'assicurazione malattie di base. Chi non ha stipulato un'assicurazione complementare deve però spesso pagare le successive di tasca propria", sottolinea. "Quindi non chiamano più il 144 [numero telefonico di emergenza]".

Alfred Suter, un sommozzatore amatoriale, è stato trasportato d'urgenza all'ospedale dopo un'immersione in un lago del canton San Gallo. La fattura dell'ambulanza è ammontata a 2'400 franchi, circa la metà del suo salario mensile, come ha raccontato alla Televisione svizzera di lingua tedesca SRF. Suter sta saldando il conto a rate.
A dipendenza del cantone, una corsa in ambulanza con un medico costa in media tra gli 850 e i 1'900 franchi, stando a uno studio del 2014. Come detto, l'assicurazione sanitaria di base rimborsa la metà del costo, ma solo fino a un massimo di 500 franchi all'anno. Questo perché la legge non considera il trasporto e il soccorso alla pari dei servizi ambulatoriali quali le visite dal medico. I pazienti devono coprire i costi rimanenti, i quali possono rapidamente aumentare nel caso in cui la persona necessitasse di più corse durante l'anno. I soccorsi aerei sulle Alpi, invece, possono costare appena 30 franchi all'anno (vedi riquadro a fianco).

"Il trasporto in ambulanza è tra i pochi settori del sistema sanitario elvetico in cui c'è una grande barriera all'accesso alle cure", afferma Vittoz. "Salviamo delle vite, ma la legge non riconosce il nostro lavoro in quanto tale".
Lui e i suoi colleghi dell'organizzazione ombrello dei servizi di soccorso chiedono ora di rivedere le disposizioni giuridiche redatte 20 anni fa, che secondo loro non sono più al passo con lo sviluppo degli interventi di primo soccorso o con l'inflazione.”……….

Leggi l’articolo completo su: https://www.swissinfo.ch/ita/accesso-alle-cure-sanitarie_chi-dovrebbe-saldare-il-conto-dei-costosi-trasporti-in-ambulanza-/44059488

 

Archivio News

CROCE VERDE LUGANO, via alla Bozzoreda 46 - 6963 Lugano-Pregassona, tel. +41 91 935 01 11 • Privacy Policy Cookie Policy • Croce Verde Lugano 2016 All rights reserved