Dispositivo Incidente Maggiore

foto DIM


Il Dispositivo d'Incidente Maggiore (DIM) viene istituito in Ticino nel 1995, con la stipulazione di una convenzione tra lo Stato del Canton Ticino e la Federazione Cantonale Ticinese Servizi Autoambulanza (FCTSA). Ha il compito di coordinare le forze sanitarie in eventi che comportano un numero rilevante di persone coinvolte, di regola tra i 10 e i 100 potenziali feriti, che difficilmente possono essere gestiti dai singoli enti di soccorso pre-ospedaliero regionali.
L’Organizzazione degli Stati Maggiori Cantonali (OSMC) garantisce le risorse indispensabili alla condotta e al coordinamento dell’evento. La gestione sanitaria al fronte è assicurata dal Capo Intervento Regionale (CIR) mentre il Capo Intervento Cantonale (CIC) e il Medico Intervento Cantonale (MIC) svolgono ruoli direttivi di supervisione, consulenza, supporto e responsabilità.

Come da raccomandazione dell’Interassociazione di Salvataggio (IAS) il Sistema Accompagnamento del Paziente (SAP) è gestito mediante apposite schede utilizzate in tutti i settori sanitari che hanno lo scopo di registrare, tramite numerazione, tutti i pazienti. La scheda serve a raccogliere in modo semplice e rapido le informazioni mediche e a fornire in breve tempo i dati di carattere organizzativo e sanitario. Per le necessità di trattamento di numerosi pazienti, il Dispositivo è attualmente dotato di 2 nuovi veicoli per trasporto materiale, di 3 rimorchi e di alcuni furgoni per il trasporto di persone. La dotazione tecnica comprende tre modelli di tenda con aggregati necessari per l’approvvigionamento elettrico, per il riscaldamento e l’illuminazione degli spazi. Grazie alla convenzione, a continui aggiornamenti operativi ed organizzativi, a nuove tecnologie ed alla sensibilità del personale sanitario, il DIM è in prontezza continua per rispondere al meglio ad eventi straordinari.
Sono diverse le situazioni che in passato hanno richiesto il supporto del DIM, come nel 1998 quando il Dispositivo è intervenuto per il ribaltamento di pullman a Pian San Giacomo, con l’impiego di circa 35 soccorritori. Tre anni dopo sono stati mobilitati circa 50 soccorritori per il drammatico incidente stradale nel tunnel del San Gottardo. Nel 2007 il ribaltamento di un veicolo trasporto persone ad Airolo ha richiesto l’intervento di circa 20 soccorritori, mentre nel 2010 il DIM è stato chiamato a prestare aiuto a Viganello per una frenata d’emergenza di un autobus (circa 15 soccorritori) e a Muralto, per l’incendio di una struttura (circa 20 soccorritori).

Questo sito usa cookies per migliorare la navigazione. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sull'uso dei cookies. Continuando a navigare il sito si accetta di utilizzare i nostri cookies.