Lasciti testamentari

foto lasciti


Guida ai lasciti testamentari a favore della Fondazione Croce Verde Lugano

Lasciare per iscritto le proprie volontà offre la certezza che i nostri desideri più intimi siano rispettati, che i diritti delle persone a noi care vengano tutelati. Per coloro che sono mossi da sinceri sentimenti di altruismo, può anche essere il modo di tramandare un valore prezioso destinato a lasciare un segno, un gesto speciale di solidarietà verso chi ci è vicino.
Un lascito a favore della Fondazione Croce Verde Lugano è una scelta che può rivelarsi di importanza vitale non solo per i nostri familiari, ma per tutta la cittadinanza. La Fondazione si è recentemente attivata per sensibilizzare la popolazione luganese nei confronti di lasciti testamentari a proprio favore: un atto generoso e civile, ma anche un investimento lungimirante per la stessa vita.
La Fondazione mira ad offrire alcuni pratici suggerimenti per incoraggiare quanti desiderano comprendere meglio le procedure per affidare a un semplice foglio di carta le proprie volontà, ed effettuare così ogni scelta in modo consapevole e utile, per tutti.

Un dono dal cuore
Al testamento, spesso non si pensa, un po’ per un senso di disagio, un po’ perché si ritiene che non sia il momento giusto. Invece, è uno strumento importante, l’unico che ci consente di scegliere a chi affidare i nostri beni nel futuro. Sostenere la Fondazione Croce Verde Lugano è un grande gesto di solidarietà: se riuscirà, anno dopo anno, a consolidare la sua missione, sarà anche grazie al prezioso contributo e al buon cuore dei Luganesi.

Non ci sono vincoli al tipo di beni che possono essere devoluti:

  • somme di denaro
  • azioni o fondi di investimento
  • assicurazioni sulla vita
  • beni immobili (case e terreni)
  • altri beni (gioielli, opere d’arte)


Il testamento in sintesi
Il testamento è un atto giuridico grazie al quale ogni cittadino maggiorenne, in grado di intendere e di volere, può scegliere a chi lasciare i suoi beni quando lui non ci sarà più.
Il documento può essere modificato liberamente e in qualsiasi momento.

Gli eredi
Sulla base del diritto svizzero, i discendenti, i genitori e il coniuge hanno diritto ad almeno una parte dell’eredità, la cosiddetta porzione legittima, da cui sono invece legalmente esclusi i concubini e i fratelli. Di norma, questa parte deve essere rispettata e non può essere negata agli eredi legittimi, neppure con un atto di volontà: bisogna tener presente che nel caso in cui vengano violate le porzioni legittime, gli eredi possono esigere la parte loro spettante.
La restante porzione può essere destinata anche ad altre persone, come amici e conoscenti, istituzioni, enti o fondazioni. Proprio per questo, si ricorre al testamento.
Per rendere valido il lascito, basta inserire il loro nome e indirizzo nel testamento e descrivere il bene (il cosiddetto “legato”) che si desidera lasciare loro. Le organizzazioni di utilità pubblica beneficiarie di legati sono esentate dalle tasse di successione.

La Legge svizzera riconosce tre forme di testamento:
Olografo, che viene scritto, datato e firmato dal testatore di suo pugno. Può essere custodito dallo stesso testatore e posto in un luogo sicuro (come in banca), oppure depositato presso un notaio. È importante che sia facilmente rintracciabile.
Pubblico, che viene redatto da un pubblico ufficiale (in Ticino dal notaio) davanti a due testimoni, e viene poi custodito presso lo studio notarile.
Orale, autorizzato solo in situazioni eccezionali, come in caso di pericolo di morte imminente o avvenimenti bellici.
È possibile scegliere liberamente tra la forma olografa e la forma pubblica, anche se la seconda soluzione è preferibile, in quanto il notaio stesso si fa garante della validità e autenticità dell’atto.
mano che firma

L’esecutore testamentario
Si può istituire quale esecutore testamentario una persona competente di propria fiducia, prevenendo così eventuali conflitti fra gli eredi. Questa persona dovrà eseguire esattamente le volontà del testatore e svolgere quanto indicato nel testamento.

Quando fare testamento
Si consiglia di iniziare a pensare per tempo a come destinare i propri beni, anche perché è possibile modificare il proprio testamento in qualsiasi momento, a condizione di essere in grado di intendere e di volere. Al momento della stesura, è importante non farsi influenzare da altre persone. In caso di dubbi, si consiglia di rivolgersi a un esperto o far esaminare il proprio testamento da una persona di fiducia imparziale.

Come istituire un lascito
Con un lascito è possibile attribuire a una persona o un’istituzione valori patrimoniali e beni materiali dell’eredità nell’ambito della porzione disponibile.
Qui di seguito, un esempio di come redigere il testamento che prevede un lascito:

“Io sottoscritto....., nato a .... il.... e residente a...., in piena facoltà di intendere e di volere, dispongo quanto segue:
Lascio ai miei parenti la porzione legittima.
Lascio a mio cugino la collezione di quadri.
Lascio alla Fondazione Croce Verde Lugano la somma di franchi....
Con il presente testamento annullo qualsiasi disposizione data in precedenza.
In fede”

Data, luogo, firma.
Per maggiori informazioni: fondazione@croceverde.ch


Questo sito usa cookies per migliorare la navigazione. Se vuoi saperne di più, leggi la nostra informativa sull'uso dei cookies. Continuando a navigare il sito si accetta di utilizzare i nostri cookies.